sabato 28 dicembre 2013

PAN BUON DOR ma che bontà!


video

Una alternativa al panettone?

 Questo,

ché è un dolce straripante di bontà.

 A Natale anche i dolci son più buoni!

Completo di ricetta sperimentata più volte:

 
 

Io non cucino ma creo armonie edibili di sapori, forme e colori, studio come realizzare "cose" da gustare, anche se presenti intolleranze, tenendo conto delle preferenze

https://picasaweb.google.com/100049863469163552533/SCHEDACULINARIACAKEDESIGNDOLCISSIMAIDEAGELATISSIMAIDEABUONISSIMAIDEAFARINISSIMAIDEA?authuser=0&feat=directlink

mercoledì 25 dicembre 2013

PANETTONE "PRIMO GIORNO D'INVERNO ( detto anche PANETTONE IGINA)

PANETTONE DI DOLCISSIMAIDEA
OVVERO: PANETTONE PRIMO GIORNO D’INVERNO

 
( detto anche PANETTONE IGINA)
 

Ingredienti

§  500 gr di farina LO CONTE MAGICHE  (metà Manitoba e metà 00)  io le ho unite subito e mischiate bene

§  200 gr di zucchero

§  160 gr di burro

§  7 grammi: di lievito disidratato complessivamente

§  4 grammi prima e 3 dopo

§  4 uova (grandi e a pasta gialla)

§  3 tuorli d'uovo

§  un pizzico di sale

§  200 gr uva sultanina

§  100 gr  di cedro

§  100 gr  di arancia

§  ½ bustina di scorzetta arancia bio

§  1 cucchiaino di polvere di vaniglia

§  acqua tiepida q.b.

§   

CONSIGLIO per prima cosa di  tirare fuori, subito,  uova e  burro dal frigo e mettere a bagno l’uvetta;

SUGGERISCO di prendere nota di tutto quello che si fa, è bene anche prepararsi in ciotoline e vaschette varie , tutto l’occorrente già pesato, con tanto di note accanto,  con il riferimento  al 1° e 2° e 3° impasto
Che dire…
NON HA DEL MIRACOLOSO?
ma vediamo il procedimento
1° IMPASTO O DETTO BIGA:

** Io ho fatto così: 75 di farina ( ½ manitoba e ½ 00 +  4 GR DI LIEVITO SECCO IN POCA ACQUA

 **  ( 40DL DI ACQUA DI RUBIENETTO TIEPIDA A 30°)  ore 16,35

Impastato fatto a  palla e taglio a croce, coperto con pellicola trasparente e messo a lievitare al caldo

ORE 16, 35 IO L’HO  MESSO A LIEVITARE nel fornetto A LIEVITAZIONE PANE START:  1-3 

( LO PORTA A 34°) e lasciato per   1 ORA

INTANTO HO MESSO A BAGNO CON IL RUM , L’UVETTA poi strizzarla bene fra due salviette, prima di aggiungerla all'impasto!

2° IMPASTO: dopo che la biga ha raddoppiato  ( ore 19 nella mia mini camera di lievitazione è trascorsa solo 1 ora)

** Nella planetaria ho messo   la BIGA, e 160 di acqua sempre tiepida e con il gancio a velocita 0,50- 1 per 10 minuti  aiutando anche manualmente per farla amalgamare e sciogliere

Consiglio: velocità minima per 2 minuti, poi velocità 1 per 2 minuti, poi a velocità 2

**Ho aggiunto  250 della farina  sempre azionando la planetaria a velocità bassa ed aggiungendola un cucchiaio alla volta

** 2  uova, uno alla volta  e poi

** 3 grammi del lievito rimasti nella bustina,

lasciare amalgamare bene ed aggiungere lo zucchero, adagio, sempre un cucchiaio alla volta mentre la planetaria è in azione, solo dopo che lo zucchero è stato assorbito, aggiungere

** 60 gr di burro morbido a pezzettini e lasciar lavorare per 30 minuti ( ore 18,30)

Lavorare sino a che l’impasto diventa  omogeneo, elastico e non appiccicoso

METTERE A LIEVITARE: coprire con pellicola e lasciare in luogo tiepido  a 30°-34° sino al raddoppio,

a seconda del luogo possono passare da 1 a 3 ore.

DOPO IL RADDOPPIO:

3° IMPASTO: io che l’avevo tolto dalla planetaria (ché messo nel microonde a modalità lievitazione)

L’ho rimesso  alle ore 19 nella planetaria .( fa miracoli la mini camera di lievitazione del mio fornetto)

ed ho aggiunto:

**2uova intere ( sempre uno alla volta)

**3 tuorli sempre uno alla volta mentre il gancio è in funzione,

**150 della farina rimasta con l’aggiunta d

 **1 pizzico di sale

**100 del burro rimasto, quindi sempre  morbidissimo a tocchettini

**1 cucchiaino di vaniglia ( non vanillina) vaniglia bio in polvere BORRBON della Rapunzel

Lavorare bene sino a che l’impasto torni omogeneo solo allora aggiungere:

**100 gr canditi al cedro

**100 gr di canditi all’arancia

**½ bustina di scorzette bio di arancia.

**Rimettere a lievitare sino a che di nuovo raddoppi, anche stavolta dipende dal calore e dalla umidità del luogo, potrebbe bastare  da 1 a 3 ore, comunque attendere con fiducia

E l’orologio segna le ore 20!

Ho diviso la pasta 1/3 l’ho messa a lievitare nel forno spento, l’altra sempre nel fornetto lievitazione,

alle 22 quello nella camera lievitazione aveva lievitato a dismisura ( a 35°),

l’altra  ( 1/3 lasciata nel forno spento) non era aumentata quasi per nulla, però…

le ho messe nei pirottini da ½ kg., suddividendo in 2 parti quella della camera di lievitazione

FARE MASSIMA ATTENZIONE: non devono subire scosse ché la lievitazione ne risente!!!

STAVOLTA tutti nel forno spento sino all’indomani ( alle 5 di mattina tutti erano raddoppiati anche troppo: fuoriusciti dalla stampo in carta, la prossima volta devo adoperare 4 pirottini da 1/2 Kg

Mattina:

tirare fuori dal forno dove sono rimasti la notte i pirottini

FARE MASSIMA ATTENZIONE: non devono subire scosse ché la lievitazione ne risente!!!

accendere il forno a 200° ma prima posizionare una teglia colma di acqua in basso, subito sopra andrà la teglia con i pirottini ( quindi al primo ripiano)

Raggiunta la temperatura di 200° adagio adagio senza far subire scossoni ai miracolosi futuri panettoni lieviati ,

INFORNARE e  DOPO 5 MINUTI ritirarli fuori per fare un taglio a croce e porre uua noce di burro al centro, se siete bravi e coraggiosi  incidere  e sollevare gli angoli  ma solo una pellicina sottile sottile fatta  con un taglierino e sollevandoli e mettere sotto 4 cubetti di burro)

RINFORNARE dopo l’impresa del taglio a croce semplice o del  temerario a 4 spicchi sottilissimi, e tenere il forno a 200° per 10 minuti,  ABBASSARLO quindi a 170° e mettere  un foglio di carta argentata sopra affinché non si colori troppo, io l’ho tenuto 30 minuti ( dicon 45 minuti ma il mio a 30 minuti mi è sembrato cotto, ho provato con il sondino, provate anche voi per verificare

 

Tirare fuori i panettoni dal forno ed infilzateli alla base  ( con spiedini o ferri da calza o spillone apposito)

Metterli capovolti nelle pentole e lasciarli 12 ore a raffreddare, poi in buste di plastica alimentare

Da ora potete  assaporare da soli  o in compagnia il miracolo del panettone fatto in casa!

Non so quanto duri ( non ha conservanti) ma non dovrebbe  essere un problema: si divora subito!

NB potete farlo al cioccolato con 300 gocce di cioccolato

oppure  150 uvetta e 150 gocce di cioccolato
 
 

non saltare mai questa fase:

12 ore infilzato e capovolto

 



provate questa  facile ricetta

è una idea ( sperimentata) di semplicissimaidea

 

                             per  questa occasione: dolcissimaidea